I principali sintomi della presenza di parassiti nel corpo umano

verme parassita dal corpo umano

Molte malattie e disturbi sono causati da parassiti nel corpo umano, mentre i sintomi potrebbero non comparire per molti anni, quindi la maggior parte delle persone non sa nemmeno di essere portatrice di determinati organismi nocivi. Esistono molti tipi di vermi parassiti per i quali il corpo umano è un habitat naturale.

I parassiti prendono il nome dalle loro abitudini alimentari. A differenza dei batteri che sono coinvolti nel processo di digestione e sono in simbiosi con l'uomo, i parassiti non avvantaggiano l'ospite. Rubano i nutrienti e causano anche una serie di malattie nel corso della loro vita.

I principali tipi di parassiti presenti nell'uomo

Esistono molti tipi di parassiti che possono vivere e moltiplicarsi nel corpo umano e possono entrare nel corpo in vari modi. Molte persone credono di lavarsi le mani e il cibo abbastanza bene da non acquisire tali "scrocconi", ma, come dimostra la pratica, anche le misure più estreme non sono in grado di proteggere completamente una persona.

Le statistiche mostrano che oltre il 95% della popolazione mondiale è infettata dall'uno o dall'altro tipo di parassita.

La varietà di endoparassiti umani è così grande che al momento non sono state studiate tutte le possibili invasioni. Attualmente sono note più di 250 specie di vermi parassiti che possono vivere non solo nell'intestino, ma anche in altri organi, tra cui cervello, cuore, polmoni, fegato, fibre muscolari, capelli e unghie. In effetti, qualsiasi organo del corpo umano potrebbe diventare la dimora di molti tipi di parassiti. Si possono identificare parecchi parassiti che si trovano spesso negli esseri umani.

  1. Ascari. Secondo le statistiche, ogni anno circa 100 milioni di persone vengono infettate da questo parassita. Di norma, la sconfitta si verifica a causa dell'ingestione di verdure non lavate, nonché attraverso oggetti contaminati. I nematodi colpiscono i tessuti del cervello, dell'intestino, degli occhi, del cuore, dei polmoni e del fegato. Questi organismi si nutrono di eritrociti e sostanze nutritive. Può essere diffuso non solo dagli esseri umani, ma anche dagli animali
  2. ossiuri. Un parassita comune nei gruppi di bambini. L'infezione, di regola, si verifica attraverso mani sporche, oggetti domestici infetti, peluche, ecc. Gli ossiuri vivono nell'intestino crasso e tenue. Le uova di ossiuri maturano rapidamente. Gli adulti raramente raggiungono dimensioni superiori a 1 cm.
  3. Tenie. Le tenie comprendono un ampio gruppo di parassiti, tra cui tenie bovine, suine, canine, nane e larghe tenie. Questi organismi non hanno un proprio sistema digestivo, quindi succhiano i nutrienti dal corpo. Soprattutto questi organismi amano la vitamina B12 e l'acido folico, quindi i pazienti con tali parassiti hanno una carenza significativa di questi elementi.
  4. Toksokara. Un parassita che di solito infetta i cani ma può anche diffondersi all'uomo attraverso il contatto ravvicinato con un animale. La lunghezza di un adulto può essere di 30 cm Quasi tutti gli organi e i tessuti possono essere interessati, ma la prognosi è particolarmente sfavorevole in caso di danni ai bulbi oculari, poiché questa opzione richiede la rimozione chirurgica dell'occhio interessato.
  5. Alveococco ed echinococco. Questi microrganismi di solito entrano nel corpo umano attraverso il contatto con un animale ospite infetto o le sue feci. Le volpi sono spesso portatrici. Nel corpo umano, questi parassiti possono entrare in qualsiasi organo, ma sono particolarmente affezionati al fegato e ai polmoni. Quindi formano cisti contenenti intere colonie di questi organismi. Una cisti rotta può provocare una reazione allergica acuta e uno shock anafilattico.
  6. anchilostoma. Il parassita assomiglia molto al nematode. L'infezione di solito si verifica attraverso la pelle quando si cammina a piedi nudi e attraverso frutta e verdura non lavate.
  7. Nematodi. Un intero gruppo di parassiti che può raggiungere i 40 cm di lunghezza. Possono colpire quasi tutti gli organi e i tessuti. Nel corso della loro attività vitale, scaricano rifiuti tossici nel flusso sanguigno. Un tale rappresentante di nematodi come Trichinella è l'agente eziologico della trichinosi. Questa malattia è estremamente pericolosa e ha un decorso grave, quindi nel 30% dei casi porta alla morte del paziente.
  8. Vlasoglav. Questo parassita è l'agente eziologico della tricocefalosi. La sconfitta si verifica quando si mangia cibo e acqua contaminati con le uova dell'agente patogeno. Inoltre, l'infezione può verificarsi attraverso oggetti domestici. Le larve di tricocefali si nutrono di sangue e linfa, che vengono aspirati dalla parete capillare dell'intestino. La durata della vita del parassita è di circa 5 anni.
  9. Trematodi. È un tipo comune di verme piatto che può parassitare il tessuto polmonare, i vasi sanguigni, l'intestino e il fegato. Di norma, l'infezione da questi parassiti si verifica quando si mangia pesce o polpa di granchio non sufficientemente lavorati.

Sintomi di un'infestazione parassitaria

I parassiti, per vivere normalmente nel corpo umano, vengono fissati alle pareti degli organi con l'ausilio di plastiche chitinose, uncini, peli duri, ventose, che irritano i tessuti, provocando processi infiammatori. Inoltre, questi organismi rubano sostanze nutritive, sopprimono il sistema immunitario, avvelenano il corpo con i loro prodotti di scarto e in determinate condizioni possono mangiare tessuti sani, causando ingenti danni.

Per lungo tempo, i parassiti possono esistere nel corpo senza causare manifestazioni evidenti, ma in caso di frequente superlavoro, ipotermia, indebolimento dell'immunità e altre condizioni sfavorevoli, possono tradire la loro presenza. Ci sono alcuni sintomi comuni nelle persone che soffrono di infestazione parassitaria, tra cui:

  • debolezza generale e stanchezza cronica;
  • drastica perdita di peso o, al contrario, aumento di peso;
  • costante sensazione di fame;
  • problemi alle feci;
  • mal di testa ed emicranie;
  • dolore muscolare;
  • dolori articolari;
  • varie manifestazioni cutanee;
  • insonnia;
  • sistema immunitario ridotto;
  • reazioni allergiche;
  • aumento del nervosismo;
  • prestazioni ridotte.

Il grado di intensità della manifestazione dei parassiti nel corpo dipende non solo dal tipo di parassiti, ma anche dal grado del loro danno a determinati tessuti. Ad esempio, se sono presenti parassiti nel fegato, possono verificarsi sintomi di insufficienza epatica. Se questi organismi danneggiano i polmoni, si possono osservare una tosse grave e persino segni di soffocamento. In caso di danni parassitari al cervello, le manifestazioni possono essere molto diverse, comprese convulsioni, convulsioni, ecc. I segni della presenza di parassiti nel corpo umano potrebbero non manifestarsi con sintomi evidenti per lungo tempo, quindi, per determinare con precisione la presenza di parassiti, è necessario sottoporsi di volta in volta a una diagnostica preventiva.

Principi di trattamento per le infestazioni parassitarie

Per trattare efficacemente le infestazioni parassitarie, il primo passo è determinare il tipo di parassita. Il più comunemente usato per identificare il parassita:

  • un esame del sangue per la presenza di uova di parassiti;
  • programma istologico;
  • emoscansione;
  • esame sierologico.

Tutti i farmaci antielmintici medici possono essere suddivisi approssimativamente in quelli contenenti sostanze sintetizzate chimicamente e medicinali a base di erbe. Il trattamento dell'infestazione parassitaria è spesso un compito estremamente difficile, poiché i preparati chimici, sebbene efficaci nella maggior parte dei casi, sono ancora altamente tossici, quindi sono pericolosi non solo per i parassiti, ma anche per il corpo umano. Lo schema dei farmaci antiparassitari dovrebbe essere prescritto da un medico dopo aver identificato il tipo di parassita. I preparati a base vegetale sono più sicuri, poiché contengono veleni naturali che non sono tollerati dai parassiti, ma allo stesso tempo non sono pericolosi per l'uomo. Tuttavia, gli svantaggi di tali fondi includono il fatto che sono tutt'altro che efficaci contro tutti i tipi di invasione parassitaria.

Metodi per la prevenzione delle invasioni parassitarie

In effetti, è estremamente difficile proteggersi completamente dall'infezione da parassiti, poiché le loro uova sono estremamente resistenti e possono rimanere a lungo senza un portatore. Allo stesso tempo, ci sono una serie di regole che possono ridurre significativamente il rischio di infezione. Prima di tutto, è necessario monitorare la propria igiene e lavarsi accuratamente le mani prima di mangiare.

Inoltre, dovresti sempre portare con te salviette antibatteriche, che torneranno utili nei casi in cui non è possibile lavarsi le mani o disinfettare la superficie.

I prodotti dovrebbero essere acquistati solo in negozi specializzati, dove ci sono tutti i certificati che confermano la loro sicurezza. Tutte le verdure, comprese quelle a foglia, e la frutta devono essere bagnate con acqua bollente prima di mangiarle. Manzo, maiale e pollame, così come carne di pesce e crostacei, devono essere ben cotti. Se si deve bollire o friggere, è molto importante non assaggiare la carne cruda. La carne di pesce non sufficientemente salata può causare infestazioni da parassiti, quindi non dovresti mangiare tali piatti se non sono stati immersi in salamoia per un periodo di tempo sufficiente.

Se ci sono animali domestici in casa, dovrebbero essere vaccinati preventivamente per proteggere l'animale e i suoi proprietari dalla diffusione dei parassiti. I test preventivi per rilevare la presenza di parassiti aiutano a evitare complicazioni pericolose.